Appassimento - Vini La Vigna

Produzione vini
Produttori di vini dal 1958
Vendita vini Gambellara VI
Vai ai contenuti
APPASSIMENTO DEL VINO
Come appassire il vino
Appassimento

L’Appassimento delle uve è un metodo unico e particolare, che da sempre ha caratterizzato la produzione dei vini di questo territorio. La tecnica di Appassimento ha le sue radici in un passato molto lontano e sin dall’epoca dei Romani se ne fa memoria. Nei secoli questa tecnica di “seccare” le uve prima della pigiatura si è perfezionata e oggi contraddistingue la produzione dei grandi vini come il Recioto Spumante di Gambellara D.O.C.G. e il  Vin Santo.
L’esperienza che serve per portare al giusto appassimento le uve è molto elevata. Per ottenere un ottimo vino l’Appassimento è fondamentale. È una fase molto critica e delicata, legata anche al ciclo delle stagioni. Le uve, sane e perfettamente mature, sono selezionate al momento della raccolta manuale. Si scelgono i grappoli più spargoli, con gli acini non troppo vicini tra loro, così che lascino circolare l’aria. I grappoli sono adagiati in ampie cassette di plastica traforata, per garantirne l’ottima aerazione. Le cassette sono impilate nel fruttaio, un ampio areato locale sopra la cantina e sono periodicamente controllate in modo che l’appassimento avvenga in modo perfetto.
Il fruttaio è predisposto in modo da garantire una costante aerazione delle uve in modo che la temperatura cambi con gradualità e non ci siano ristagni di umidità. L’appassimento deve procedere in modo molto lento.
L’Appassimento dura in media 100 gioni, ma anche di più, secondo la percentuale d’acqua contenuta in origine nelle uve. È l’acqua infatti ad “evaporare” dagli acini, lasciando quasi intatti gli zuccheri. La più evidente conseguenza visibile di questa fase, oltre all’avvizzimento degli acini, è la perdita di peso dei grappoli, che varia secondo il tipo di uva dal 30% al 35%.
L’appassimento porta ad un’alta concentrazione del succo all’interno degli acini, che regala poi al vino più corpo e struttura.

I vini bianchi dotati di struttura e caratterizzati da una presenza significativa di tannini si prestano inoltre, molto bene, ad un affinamento in botti di legno di piccole dimensione (225-400 litri) per periodo di 6 mesi. Si ottengono vini bianchi che per ampiezza olfattiva, corpo e lunghezza di gusto sono in grado di regalare sensazioni molto piacevoli, a volte, inaspettate. Noi utilizziamo l'affinamento in botte per l'ottenimento del nostro "Vignalisa" che oltre a questo processo subisce un appassimento su pianta garantendo un vino dalle note olfattive uniche e indimenticabili.
Copyright © 2020 Vini La Vigna Montebello Vicentino (VI)
Created with Promuoviti.vip by SW
Ed è proprio in questo luogo in cui avviene la magia dal 1958!
Ma quanta strada è stata fatta da allora quando la nostra sede si trovava a Gambellara. Qualche vasca di cemento e damigiane, questo era il materiale a disposizione. Oggi invece siamo a Selva di Montebello, attrezzati con vasche in acciaio inox e attrezzature all' avanguardia, senza però  intaccare la bontà e  genuinità dei nostri prodotti.
Contattaci ora
Azienda Agricola La Vigna
Contrada Selva, 6/a, 36054 Montebello Vicentino (VI)
Tel. 0444.648863 - P.I. 02845190244 -
C.F. ZNNVNT61L27E682F
Produttori vini
Torna ai contenuti